HOME | Fabrizio De André, ricorre oggi il 19esimo anniversario della morte del cantautore genovese

Fabrizio De André, ricorre oggi il 19esimo anniversario della morte del cantautore genovese

Fabrizio De Andrè ci ha lasciato ormai da 19 anni, ma è impossibile dimenticare quanto lui abbia dato al mondo della musica italiana e non solo. Un artista a trecentosessanta gradi che ha fatto innamorare, riflettere e sognare intere generazioni. Il noto magazine musicale Rolling Stone ha voluto ricordare l’artista genovese con cinque dei suoi brani più famosi. Si parte dalla Canzone di Marinella del 1964 che sicuramente è uno dei pezzi più rari e più ricordati di quest’artista con una vena malinconica sicurametne molto forte. Si passa poi a Preghiera in gennaio del 1967 che è un’altra canzone di grandissima intensità e che fa riflettere per i suoi toni molto profondi. Si passa poi a Via del Campo dello stesso anno, che più che una canzone è una vera e propria poesia in versetti. Si passa a Bombarolo del 1973 un brano che ha un’ispirazione storica e di rilievo internazionale. Si chiude con uno dei pezzi più vecchi e cioè Amore che vieni, amore che vai del 1966.

19 anni fa moriva Fabrizio De André, cantautore genovese nato il 18 febbraio 1940 e scomparso proprio l’11 gennaio 1999 a Milano. E’ considerato uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi. Spesso Fabrizio De André è soprannominato anche con l’appellativo “Faber”: questo nome gli fu attribuito dall’amico d’infanzia Paolo Villaggio in riferimento alla sua predilezione per i pastelli e le matite della Faber-Castell, oltre che per consonanza con il suo nome. La carriera di Fabrizio De André è stata lunga 40 anni durante la quale ha inciso tredici album in studio, più alcune canzoni pubblicate solo come singoli e poi inserite in antologie. Molti testi delle canzoni di Fabrizio De André raccontano storie di emarginati, ribelli, prostitute e sono considerate da alcuni critici come vere e proprie poesie. Durante la sua carriera Fabrizio De André ha collaborato con personalità della cultura e importanti artisti della scena musicale, tra cui Nicola Piovani, Ivano Fossati, Mauro Pagani, Massimo Bubola, Álvaro Mutis, Fernanda Pivano e Francesco De Gregori.
A.C.

Please follow and like us: