• Agosto 9, 2022 5:27 pm

Assegno Unico, quando rinnovare la domanda per non perdere i soldi

Diwp_13761676

Lug 20, 2022

Quando si rinnova la richiesta di Assegno unico INPS

La presentazione della domanda è partita dal primo gennaio 2022. Il versamento dell’assegno è iniziato dal mese di marzo per la durata di un anno fino febbraio 2023. Chi ha presentato la domanda entro il 30 giugno ha ottenuto il ricoscimento degli arretrati fino a marzo. Per le istanze presentate dopo quella data l’assegno spetterà dal mese successivo a quello di invio della richiesta.

Al momento attuale con la normativa vigente la domanda per l’assegno unico e universale può essere presentata dal primo gennaio di ogni anno, con riferimento al periodo compreso tra il mese di marzo dell’anno di presentazione della domanda e quello di febbraio dell’anno successivo. Non è necessario presentare subito la domanda a gennaio.

È possibile farlo anche nei mesi seguenti. Si ricorda inoltre che l’istanza di assegno unico e universale deve essere presentata dal genitore una volta sola per ogni anno e deve indicare tutti i figli per i quali si richiede il beneficio. Con la possibilità di aggiungere altri figli per le nuove nascite che dovessero accadere durante l’anno.

Si sottolinea che per i nascituri l’assegno si calcola dal settimo mese di gravidanza. La richiesta va inviata successivamente alla nascita, dopo che è stato attribuito il codice fiscale al neonato. L’INPS, con la prima mensilità, verserà gli arretrati a decorrere dal settimo mese di gravidanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.